fbpx
23/04/2021

Cosa cambia dal 26 aprile con il decreto riaperture

Dalla prossima settimana, per tutti i cittadini italiani e soprattutto per studenti e imprenditori nei settori ristorazione, sport, cultura e intrattenimento, arrivano importanti novità.

Il 26 aprile entra in vigore il nuovo decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri del Governo Draghi (dl 21 aprile 2021), che prevede, tra le altre cose, la reintegrazione della zona gialla. Vediamo cosa cambia da lunedì.

Spostamenti

Una novità importante nel decreto è l’istituzione di un pass, ovvero la certificazione verde, che permette lo spostamento tra regioni. Per ottenerlo si deve possedere almeno uno dei seguenti requisiti:

  • guarigione da Covid-19
  • vaccinazione anti Covid-19
  • esito negativo del tampone molecolare o antigenico nelle 48 ore precedenti

Scuola e università

Il decreto prevede il rientro in presenza di tutte le scuole di ordine e grado, comprese le superiori (secondarie di secondo grado). In zona rossa la presenza sarà garantita dal 50% al 75%. In zona gialla e arancione dal 75% al 100%.

Per quanto riguarda le università, le attività si svolgeranno prevalentemente in presenza dal 26 aprile al 31 luglio in zona gialla e arancione; nelle zone rosse la presenza viene raccomandata per gli studenti del primo anno.

Ristorazione

Da lunedì 26 aprile solo in zona gialla i ristoranti, oltre a fornire il servizio di asporto e di consegna a domicilio, potranno offrire il servizio al tavolo sia a pranzo che a cena, fino alle 22 e solo all’aperto.

Cultura e intrattenimento

Cinema e teatri

Dalla prossima settimana solo in zona gialla anche i cinema, i teatri, i live club e le sale concerto riaprono i battenti, con le seguenti direttive:

  • capienza consentita del 50% di quella massima autorizzata
  • capienza massima di 500 spettatori al chiuso e 1000 all’aperto

Musei

In zona gialla dal 26 aprile riaprono anche i musei, purché siano rispettate le seguenti condizioni:

  • ingresso contingentato per permettere la distanza di almeno un metro tra le persone
  • sabato e domenica ingresso su prenotazione

Sport

Una delle novità più attese riguarda la possibilità di tornare a praticare qualsiasi tipo di attività sportiva all’aperto, anche se non agonistica. Dal 26 aprile solo in zona gialla, ad esempio, si potrà tornare a giocare a calcetto, beach volley, basket con gli amici, tempo atmosferico permettendo.

Gli appassionati di nuoto dovranno attendere invece fino al 15 maggio per poter tornare in piscina. Invece per gli amanti del fitness e del body building l’attesa sarà più lunga: le palestre riapriranno infatti il primo giugno.

Le zone rosse e arancioni

Questi sono i principali cambiamenti che coinvolgeranno le regioni che dal 26 aprile rientreranno in zona gialla. Per quanto riguarda le zone rosse e arancioni, le novità saranno solo per le scuole e le università.

 

NON HAI TROVATO COSA STAI CERCANDO?

Lasciaci i tuoi recapiti per poterti contattare!

    Top
    ×

    Powered by WhatsApp Chat

    × Come possiamo aiutarti?